Home > Malattia del gioco delle macchinette

Malattia del gioco delle macchinette

Malattia del gioco delle macchinette

Per me quello della sicurezza era un secondo lavoro e nn riuscivo a capire dove trovassero tutto quel tempo per trascorrerlo il una sala…. Ho iniziato anche io…già…mi sono ammalato di onnipotenza, non chiamatela ludopatia, piuttosto chiamatela onnipotenza del furbo…ovvero di chi pensa che con pochi soldi se ne possano fare molti…avendo molta disponibilità economica penso di aver giocato intorno ai duecentomila euro più una sessantina di quelli vinti e rigiocati….

Nn giustifico nessuno di tutti voi come nn giustifico me stesso, giochi perché ti piace, senza cercare il significato più recondito delle nostre azioni…si gioca perche ci fanno gola i soldi …. Ciao, La macchinetta mi ha completamente distrutto! Ero sposato con una bellissima donna e avevo una bellissima figlia che non vedo da 10 anni. Il gioco mi ha fatto perdere tutto! Ho preso anche me stesso. Adesso vado in giro senza neanche un euro. Mio stipendio va direttamente a mio fratello per pagare i miei debiti e le bolletti mensile.

Se voi smettere di giocare deve smettere di andare in giro con i soldi. Soldi e la macchinetta sono una copia inseparabile. In bocca al lupo ragazzi!!! Ciao Manzoni, grazie per la testimonianza. Mi chiedo quante di queste storie dovremo ancora leggere prima di vedere un movimento serio e capillare di rimozione delle slot. Con questo post nn voglio essere arrogante o cattivo con i giocatori, personalmente credo di conoscerli abbastanza… si.

Anche loro precipitati nel vortice delle vlt, quelle nn le controlli, sono feroci e ti levano tutto…. Ciao Mauro grazie di nuovo per il tuo commento, purtroppo ognuno ha i suoi motivi e soprattutto le sue illusioni per continuare a buttare la vita nelle macchinette. Simone sei una brava persona, nn devo insegnarti nulla… ma ahimè, il mio punto di vista e quello. E penso: Poi torno in auto e prendo gli altri nel portafoglio. Ora mi chiedo: Avrei potuto comprare una casa. Mi son mangiato i risparmi di una vita. Mi vergogno di me stesso. In tutti questi anni ho buttato via un sacco di tempo e denaro.

Voglio smettere una volta per tutte, accettando la sconfitta e iniziando una vita nuova. Altrimenti non riesco ad uscirne. QUANTI soldi ci saranno dentro se ogni volta che abbiamo degli euro in più e che vogliamo giocarci , invece li infiliamo nella scatola???? Soldi che avremmo buttato nel cesso? Credo ,comunque, che ci siano persone messe peggio di me,perché vedo con i miei occhi le banconote che infilano nelle vlt…….

Scusatemi per il mio sfogo. Ciao Anonimo, pubblico questo tuo bel messaggio anche se è identico, nella sostanza, a quello di tutte le altre persone. Che tu abbia perso euro o Perchè il gioco sta in piedi solo perchè qualcuno ci guadagna, e quel qualcuno non siamo noi. Dopo 6 anni di attesa siamo riusciti a metterci insieme un anno fa, è un uomo meraviglioso e lo amo tantissimo ma ho scoperto k ha questo grande ed insopportabile vizio delle maledette Slot. Dopo aver cercato di farglielo capire in pace sono arrivate le litigate al punto di dirgli k se tornava a giocare fra di noi era finita, invece lui ha scelto di restare con le macchinette. Mi dispiace solo vedere come se rovina la vita, e come perderà una delle uniche cose belle k ha.

Io ho perso le speranze. Ciao a tutti spero che questo commento potrà far riflettere tutti voi e me stesso. È una forte dipendenza da 2 anni a questa parte, quando ovviamente ho avuto la mia prima vincita importante. Da quel giorno si è scatenato in me qualcosa di indescrivibile ed incontrollabile. Ho bisogno di una dose ogni giorno o quasi! Inutile dirvi che tutto quello che ho in tasca e di reperibile in quel momento finisce tutto dentro la slot o sito online che sia. Nella mente mi si innesca un meccanismo di scuse surreali!!

Provo immensa vergogna per tutto questo ripetendomi ogni giorno di non commettere più gli stessi errori.. Cerco di farmi forza pensando ai sacrifici di mia madre o a tutte le cose belle che ho e delle quali mi sto privando, ma questo infame di gioco vince sempre!! Ho provato anche ad iscrivermi al sito gioca responsabile ma dopo il secondo appuntamento con il terapeuta non li ho più chiamati, mi sentivo ancora più male, più malato più pazzo. Di sicuro leggere questi commenti mi ha motivato e anche spaventato molto per quello che potrebbe ancora accadermi Buona fortuna a tutti..

La malattia è una cosa positiva, ci fa imparare molto su noi stessi e ci da la possibilità di tornare sani, equilibrati. Ciao a tutti, sono un ragazzo di 24 anni e gioco da quando ne avevo Quello che volevo trasmettere come messaggio e come riflessione è semplice.. Pur vincendo.. Chi gioca tenterà sempre di aumentare i propri limiti,di scommettere piu di quello che possa e appena avrà vinto qualcosa….. Di fatto siamo esseri umani dotati di intelletto… che senso ha giocare..

Sono fermo da 3 ore su questo blog e ho letto e riletto ogni testimonianza. Grazie Simone per questo blog e per la possibilità che dai a tanti di noi di confrontarsi e capire qualcosa in più su questo tragico problema, saluti. Per avere una comunicazione pubblica degna di questo nome servirebbe dire che è statisticamente impossibile vincere se si gioca per un periodo medio-lungo. Ciao Simone, mi chiamo Salvatore e ho 20 anni.. Ciao Salvatore, è un piacere. Qualsiasi dipendenza cresce rigogliosa dove i sentimenti sono assenti o ignorati. Bellissimo blog!! Io sono la fidanzata di un maniaco casuale di giochi e azzardo, dico casuale perché non ha mai una lira e quando ce l ha una somma più grossa se la gioca tutta.

In questi 2 anni, ogni mesi gli viene la voglia di buttare sui euro. L ultima volta è stata una settimana fa quando si è giocato piu di euro piu qualche buffo, si e giocato tutto: Mi ha giurato che non lo farà più.. Vi dico solo una cosa maniaci che siete: Quanto ci vuole a dire di no!! Ho capito che volete recuperare i soldi oppure avete i buffi fino al collo ma se non smettete adesso le cose andranno solo a peggiorare! Siete esseri umani con la capacità di agire, pensare e decidere. Siamo in un paese libero dove solo voi scegliete le vostre condanne. Se volete essere LIBERI abbandonate questo vizio altrimenti rimanete schiavi del governo e delle vostre amiche scommesse, macchinette, bingo ecc!!

Ciao Amy, ti racconto una storia. Lui e io condividevamo gli alloggi del personale, quindi avevo occasione di passare con lui molto tempo sia negli orari lavorativi che nel tempo libero. Una sera a settimana tuttavia andava dai suoi amici cinesi, tornava ubriaco e senza un soldo in tasca. Gli chiedevo chi fossero questi amici e lui mi rispondeva che erano amici del gioco. Si trovavano in una specie di bisca per giocare a Majong, una specie di poker fatto con le tessere del domino. Una sera è tornato tristissimo, quasi in lacrime.

Aveva giocato i soldi del biglietto e i soldi del suo sogno che aveva quasi messo da parte. Giocando hai la certezza che la tua vita sarà messa in freezer, che non potrai farla procedere, che non potrai prenderti la responsabilità di figli o compagne o mogli… perchè sei a zero. Sei fermo. Prima che la malattia del gioco penso che sia importante affrontare le paure che vivono dentro di noi e che trovano semplice sfogo in questo o quel vizio.

Se vuoi stargli vicina, prendi quella paura e abbracciala, è con quella che dovrete convivere per costruire una famiglia. Recuperare un debito giocando di più è impossibile. Recuperare un debito col lavoro e col sacrificio è lungo ma possibile. Visto che la tua amica ha probabilmente le idee annebbiate dalla dipendenza, tu devi averle invece molto chiare. Nel momento in cui glieli neghi spiegale che è per il suo bene, perchè fino a quando continuerà a pensare di potersi salvare col gioco, sarà nel pieno della dipendenza. Quando anche lei inizierà a capire il punto 1, ovvero cosa è possibile e cosa è impossibile, allora potrà ricevere prestiti, che dovrà utilizzare per rimettersi in piedi, per pagare la spesa, le bollette, ecc….

Potete scegliere di farvi carico del loro destino, ma nessuno vi darà la colpa se invece scegliete di allontanarvi e cambiare prima di tutto la vostra vita. Io non riesco a capire come è possibile che lo stato non faccia niente per eliminerà questo problema molto serio. Io mi sento una persona intelligente e pure ci ricasco sempre. Mi rendo conto che sto distruggendo tutto. Ogni volta dico che non devo più mettere piede ma poi ci ricasco. Voglio provare ad uscirmene da solo. Pensate che possa essere possibile? Un Po di tempo fa sono riuscito a non giocare più di un anno. Poi ci sono ricalcato e troppo facile per me dire che la colpa sono stati i problemi personali che stavo avendo legati alla mia attività in un momento di crisi.

E pure non mi sento dipendente. Io fumo molto sono consapevole che fa male ma mi rendo conto che è difficilissimo smettere. Invece per le macchinette mi sembra che posso farne a meno è non mi spiego perché ci ricasco. Quando sono stato capace a non giocare per più di un anno riuscivo perché avevo deciso di non mettere mai neanche un euro. Ho capito che quando pensi che vuoi giocare solo 20 euro poi scatta un meccanismo che vuoi recuperare , a quel punto ho fatto anche le notti intere alle slot. Ciao Runo vedi la risposta è semplice. Al momento le linee dei confini sono tracciate dalla cognizione del popolo e per rispondere alla tua domanda credo che solo tu possa sapere se ce la puoi fare da solo o se hai bisogno di aiuto.

Prova a chiamare il numero verde dello stato, senti cosa ti consigliano. Allora……io ho perso tutto a 46 anni ho perso la mia vita. Vivo con mia moglie che pensa solo a spendere soldi x se stessa e non lavora da sempre. Ogni mese si cura per una malattia immaginaria regala soldi a tutti i dottori di Italia alle farmacie alle erboristerie a qualsiasi negozio……. In cinque anni mi ha succhiato Tutto questo perché avevo vinto alla lotteria quei soldi.

Non avrei mai dovuto giocare!!!!!!!!!. Il gioco è una malattia da sterminare. Spero che le tue parole faranno sentire i vincitori sempre meno invidiati. Poi piano piano ti rendi conto che i vizi nella vita sono fatti per essere vissuti e soprattutto sconfitti. Ciao, ho 28 anni e mi distruggo la vita col gioco da almeno anni. Ho perso circa 10 mila euro anche se non ho fatto un conto preciso ed avrei pure paura nel farlo. Nessuno sa nulla di questa mia dipendenza ne amici ne parenti. Ogni volta mi dico che smetto e ogni volta ci ricasco! Credo che la causa scatenante per me sia la mancanza di stabilità lavorativa! Quei pochissimi soldi che guadagnavo li buttavo nella speranza di averne di più.

Mi sono illuso mille volte che esistessero dei metodi di gioco e puntualmente funzionano all inizio e mi fanno perdere tutto dopo! Sono al capolinea, non ho più un euro e non trovo un lavoro, il mio futuro è compromesso. L unica serenità è avere un tetto sulla testa e qualcosa da mangiare per il resto passo le mie giornate a pensare quanto ho perso e che non avrei mai avuto bisogno di giocare se semplicemente non avessi buttato quei soldi.

È difficile! Per quanto uno si renda conto di non andare da nessuna parte, smettere è difficile! Grazie cmq per l articolo è fantastico! Ciao Anonimo è normale preoccuparsi per il tuo vizio, ma vedi è una delle cose più vecchie del mondo, tante persone sono nelle tue condizioni. La vera differenza puoi farla se invece di pensare a quanto hai perso, da oggi inizi a pensare a quanto potrai guadagnare se dedichi tutto il tempo a tua disposizione a un obiettivo chiaro, concreto. Se hai la casa e puoi mangiare puoi anche ricostruire da zero.

Renditi conto che hai molto bisogno di cambiare la tua mentalità che al momento è autocommiseratoria. Ci risentiamo tra qualche mese? Ti ringrazio per la risposta Simone. Sono passati pochi giorni, ma già sto meglio. In un attimo di lucidità ho chiuso i conti online a cui ero registrato e non ho più giocato! La strada è lunga e sto riuscendo a ridare il giusto peso anche alle euro in tasca! Sto riflettendo molto e mi rendo conto che oltre i soldi ho perso tanto tempo. Seppur in anonimo, era la prima volta che mi sfogavo pubblicamente per questo mio problema e credo che averlo fatto su questo blog mi abbia aiutato! Io credo che quelle siano un problema marginale. Il problema grosso sta in tutti i siti online che offrono bonus, pubblicizzati ovunque!

Personalmente ho giocato solo una volta ad una slot da bar, ho perso 20 euro e non ho mai più giocato. Ti ringrazio! Ti prometto che fra qualche mese mi rifaccio sentire, magari sempre in questo post, cosi capisci che sono io! Grazie, ciao! Caro Anonimo, sono la compagna di un giocatore compulsivo, nonché sua migliore amica, nonché uno dei suoi unici aiuti possibili. Tutto comincia in qualche parte nascosta del cervello umano, secondo un recente studio sui problemi di dipendenza. Questo sveglia dunque un meccanismo primario del cervello, quello che gli psichiatri chiamano sistema della gratificazione.

Il sistema viene attivato in maniera ancora più forte quando la ricompensa arriva in maniera inattesa. Ad esempio una grande vincita al Lotto, dopo mesi passati a giocare schedine senza fortuna. Raccontate tutto a una persona e insieme trovate un modo per ripagare i debitori. Andate in giro senza soldi e senza bancomat. Affidate tutte le vostre spese a un familiare o a una persona di fiducia. Tenete lo stretto necessario, per esempio i soldi per un caffè. Il denaro è il principale alimentatore del gioco. È vero potreste chiedere soldi in prestito, ma se avete seguito il punto sopra vi sentirete terribilmente in colpa per aver rovinato qualcosa che state costruendo.

Poi a voi la scelta! Evitate i luoghi abituali in cui giocavate. Tornare a vedere questi luoghi, non farebbe altro che riaccendere il desiderio, facendovi automaticamente e in modo incontrollabile ripensare al gioco. Sono meccanismi psichici inconsci che difficilmente riuscireste a controllare. Rivolgetevi ai servizi sul territorio , quali SERT Servizio per le Tossicodipendenze che negli ultimi anni si sta impegnando ad accogliere le innumerevoli richieste, oppure, ancora più specifici, i servizi pubblici che si occupano del trattamento delle dipendenze senza sostanze. Fai il test.

New York: Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Sito web. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Ho altre cose di cui preoccuparmi, la scuola mi stressa e questa situazione non aiuta. Che posso fare? Io voglio solo vedere stare meglio sia mia madre che mio padre. La consapevolezza che noi non siamo abbastanza per nostro padre è devastante. Per Motivare tuo papà potresti fargli capire le conseguenze a cui lo porterà il gioco se continua di questo passo senza farsi aiutare, puoi elencargli tutte le peggiori conseguenze a cui andrà incontro lui e la sua famiglia: In pratica lui una volta guarito riacquisterà la sua ragione, la sua consapevolezza e la sua Volontà, e solo allora potrà dimostrarvi il suo amore ed il suo affetto come sente, ma se una persona è malata, sarà la sua malattia a guidarlo ed a guidarlo male.

Servizi per le dipendenze patologiche delle Aziende Asl hanno specifiche equipe composte da medici, psicologi, assistenti sociali, educatori che si occupano di diagnosi e cura del gioco patologico. L'accesso al SerT è gratuito e diretto: La presa in carico della persona con dipendenza da gioco d'azzardo è prevalentemente di tipo psicologico, con trattamenti individuali e di gruppo. E' garantito, se richiesto, il pieno rispetto dell'anonimato. I professionisti del SerT sono tenuti in ogni caso alla riservatezza. Al SerT possono accedere tutti i cittadini italiani e le persone immigrate regolarmente soggiornanti sul territorio italiano, anche minorenni.

Ti lascio un numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale che puoi chiamare tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30 e il sabato dalle ore 8,30 alle ore 13, Clicca il seguente link per poter migliorare il tuo rapporto di coppia: Ecco una raccolta di lettere allo psicologo per Risolvere vari problemi: Ci sono altri 0 commenti.

Clicca per leggerli. Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo. Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui. Lui risponde, ed è lo squillo della salvezza. Moglie e marito si ritrovano, si parlano. Lui nega e confessa al tempo stesso. Si sente scoperto ma non vuole ammettere la verità. Un richiamo patologico dato dal tintinnare delle monete, che ti inebriano quando vengono giù.

Vinci e giochi quello che hai vinto.

"Vi racconto come sono uscito dal demone del gioco d'azzardo"

Comprensione del problema del gioco e la dipendenza dal gioco imbattere in una malattia, la Ludopatia, causata dalla dipendenza da gioco d'azzardo. sensazioni sgradevoli legate a fattori della vita quotidiana, come ad. Quella della dipendenza dal gioco è una malattia emozionale con le nuove macchinette, le VLT, puoi mettere anche banconote da e. Secondo i dati del rapporto Eurispess il gioco coinvolge in Italia fino al % della popolazione adulta (circa 30 milioni di persone). Cosa è, come si manifesta e come cercare di uscire dal circolo vizioso della non è stato infastidito (o piacevolmente colpito) dal suono delle macchinette così . Sassari, il coraggio della moglie di un falegname di 36 anni che ha il marito dal vizio del gioco, da quella malattia che lei chiama da slot. Io per quanto scappo da questo problema il problema delle macchinette .. Uscire dalla malattia del gioco si può, combattere la voglia si può ma di certo la . Richiesta: un mio familiare ha il vizio del gioco, come posso aiutarlo? malata, ed è la sua malattia (in questo caso il gioco) a dirgli cosa deve fare, dire La presa in carico della persona con dipendenza da gioco d'azzardo.

Toplists